Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy.

Nicola Valluzzi: Amministratore di voli, di terra e di strade
corner left-topcorner right-top
Nicola Valluzzi
“Qualsiasi impegno politico è a metà tra lo scoraggiamento e la speranza. Ed è proprio quando la situazione è scoraggiante che ci vuole il coraggio”
[Alain Deneault]
corner left-bottomcorner right-bottom
  • Home

Il Comune di Castelmezzano conquista la bandiera arancione del Touring Club Italiano

Il marchio di qualità turistico-ambientale del TCI viene assegnato alle località che 

non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, 

ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità

È un arancione che parla di bellezza, cultura, storia, accoglienza di qualità e che guarda al futuro. Un colore più intenso e diverso da quello che la Regione, purtroppo, sta vivendo in questi giorni. Da oggi sul borgo di Castelmezzano sventola pure la bandiera arancione del Touring Club Italiano. Al Comune è stato, infatti, assegnato il prestigioso riconoscimento, portando così a cinque il numero delle bandiere in Basilicata (la terza in provincia di Potenza, dopo Guardia Perticara e San Severino Lucano. Aliano e Valsinni in provincia di Matera).

Il marchio di qualità turistico-ambientale TCI è stato pensato dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita e viene conferito sulla base di rigorose valutazioni quantitative e qualitative a quelle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità. In tutta Italia, sono 252 le località certificate. 

 «L'unico arancione che ci restituisce un sorriso e una speranza. In un momento come questo che stiamo vivendo, ottenere il riconoscimento di "località eccellente dell'entroterra" fa molto piacere perché significa guardare in prospettiva e poter avere lo sguardo su nuovi progetti», ha detto con orgoglio Nicola Valluzzi, sindaco di Castelmezzano. «Una conferma al nostro lavoro che da oltre vent'anni va nella direzione di far conoscere al di fuori dei nostri confini regionali, il borgo e il fascino delle Dolomiti lucane che lo circondano.  Da sempre cerchiamo di far sentire i nostri ospiti di casa, basandoci sull'esaltazione dei rapporti umani, sulla spontaneità delle nostre tradizioni, obiettivi che sono gli stessi del Touring e che trovano, nella situazione contingente, una spinta per rilanciare un approccio al viaggio attento e consapevole. Un ringraziamento particolare va al consigliere Michele Volini che più di tutti ha creduto e si è impegnato perché questa candidatura si trasformasse in realtà», ha concluso Valluzzi. 

Sul sito benvenuto.bandierearancioni.it si trovano tutte le descrizioni e cosa c'è da vedere e fare nel borgo lucano.

I SINDACI DI TEMPA ROSSA CONTRO TOTAL E LA DEBOLEZZA DELL’AZIONE DI CONTROLLO DELLA REGIONE.

Basta anomalie e malfunzionamento degli impianti: i sindaci annunciano la mobilitazione.

I Sindaci dei comuni limitrofi al Centro Oli “Tempa Rossa” annunciano la mobilitazione per dire basta al mancato rispetto degli impegni assunti da Total e dalla Regione su controllo impianti, tutela ambientale ed occupazione
Sono ormai due mesi che quasi ogni giorno, in molti dei comuni della concessione, si avverte un cattivo odore, simile a quello tipico delle uova marce, accompagnato da insofferenze di alcuni cittadini che hanno denunciato lacrimazione agli occhi e rossori al viso.
Vari comuni (Accettura, Corleto, Cirigliano, Gorgoglione, Guardia Perticara, Oliveto, Stigliano) hanno segnalato l’accaduto all’Assessore regionale all’Ambiente e alla Total, chiedendone i motivi ma, ad oggi non è pervenuta alcuna risposta concreta.
Questi ripetuti episodi sono stati preceduti, seguiti e comunque accompagnati, da fenomeni di fiammate atipiche e, riferiscono fonti interne, anche da piccoli incidenti all’interno del centro olii.
Inoltre, i dati occupazionali diretti e indiretti, non sono affatto in linea con gli accordi condivisi e sottoscritti con il Patto sulla Trasparenza siglato tra Total, Regione, sindacati e sindaci. Soprattutto per i territori del secondo anello della Concessione.
Dunque, ad oggi, non solo non si hanno garanzie sulla tutela ambientale, sulla tutela della salute e sull’occupazione, ma si assiste ad atteggiamenti sufficienti quando non addirittura arroganti da parte di Total, nei confronti delle legittime richieste di comunità e dei loro rappresentanti istituzionali.
Né la Regione, con suoi silenzi o le inutili richieste successive di chiarimenti ( inviate sempre a Total, responsabile delle anomalie ), ha fornito sostegno all’azione dei sindaci, con la sola eccezione della costituzione del tavolo sulla trasparenza, i cui accordi, risultano sviliti se non traditi.
Per queste ragioni, presenti i soli Sindaci dei comuni contermini al Centro Oli “Tempa Rossa” , nel rispetto delle regole sul distanziamento annunciano per sabato 17 ottobre dalle ore 11:00 una manifestazione di protesta davanti i cancelli del Centro Oli per dire basta al mancato rispetto degli impegni assunti da Total e dalla Regione su controllo impianti, tutela ambientale ed occupazione.

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n

Disposizioni per il contenimento e prevenzione del rischio sanitario nel comune di Castelmezzano

IL SINDACO dispone ulteriori urgenti misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza da Covid 19.
A far data dal prossimo 6 Agosto:

- È FATTO OBBLIGO ai gestori e commessi degli esercizi commerciali, Bar, Supermecati ed a tutti gli altri locali aperti al pubblico ( Ristoranti, Alberghi, Agriturismi ecc ) di indossare la mascherina e a tutti i clienti di indossarla prima dell’ingresso nei relativi locali e per tutta la permanenza negli stessi, fatte salve le sole deroghe specificatamente previste nei vigenti protocolli di sicurezza relative alle singole attività;

- IDENTICO OBBLIGO è imposto al personale e agli utenti dei servizi di trasporto connessi all’attrattore turistico “ Volo dell’Angelo”;

- È FATTA ESPRESSA RACCOMANDAZIONE a tutti i cittadini, nonché ai titolari delle attività economiche e sociali di attuare puntualmente le ulteriori misure di sicurezza prescritte dalle disposizioni nazionali e regionali vigenti in materia;

- SI RAMMENTA che - fatta eccezione per i bambini al di sotto dei 6 ( sei ) anni, nonché per i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e relativo accompagnatore - è FATTO OBBLIGO, all’aperto di portare con se la mascherina e di indossarla ogni qualvolta la distanza interpersonale dia inferiore ad 1 metro;

- L’INOSSERVANZA DEGLI OBBLIGHI E DELLE PRESCRIZIONI IMPOSTE È PUNITA con una multa da 400 € a 1000 €, Art. 4 comma 1 D.L. 19/2020 convertito con modificazioni dalla legge 35/2020;

- Le Autorità di Pubblica Sicurezza e la polizia locale sono incaricate delle attività di controllo e di applicazione delle sanzioni ai contravventori.

A tutti i cittadini, a partire dai residenti, rivolgo l’invito ad attenersi scrupolosamente agli obblighi e alle raccomandazioni prescritte.
Con l’impegno ed il lavoro di tutti siamo riusciti a far ripartire in modo sorprendente la macchina del turismo. I risultati di queste prime settimane sono superiori a qualunque previsione: tanti visitatori, come mai ne abbiamo avuto, nel mese di luglio e le previsioni per il mese di agosto sono straordinarie. Non possiamo permetterci errori o incorrere in incidenti che stroncherebbero il lavoro fin qui svolto e soprattutto metterebbero a rischio la salute collettiva della nostra piccola e fragile comunità.
Abbiamo vissuto mesi difficili, mesi di paure ed incertezze che non vogliamo più rivivere.
È questa la ragione dell’ordinanza adottata , sono queste le ragioni che impongono a tutti rigore nel rispetto delle regole.

Il Sindaco
Nicola VALLUZZI


Scarica l'ordinanza

TEMPA ROSSA: accordi disattesi e tavolo della trasparenza come inutile rituale.

Dieci sindaci evidenziano la totale
inadempienza di Total.

Si fa seguito all’incontro tenutosi a Potenza in data 12 giugno 2020. Dieci Sindaci della concessione “ Gorgoglione“ evidenziano come a 8 mesi dall’avvio delle attività estrattive a “ Tempa Rossa” nonostante la necessità, più volte rimarcata dai sottoscrittori, non si hanno notizie dirette, ed a poco vale consultare il sito della Total su malfunzionamenti e su ripetute anomalie nell’esercizio, mentre si avvertono cattivi odori diffusi e fiammate visibili a chilometri di distanza in numerosi comuni della concessione senza affidabili motivazioni e spiegazioni da parte della Concessionaria Total. Si ha difficoltà a reperire i dati sulle emissioni nell’ambiente - proseguono i primi cittadini - che, invece, Total sostiene censiti in maniera puntuale e pubblicati. Nessuna comparazione è immediatamente rilevabile con il punto zero prima delle estrazioni o se effettuabile, evidentemente, non alla portata di cittadini e sindaci.
Sull’occupazione i dati ufficiali forniti da Total, testimoniano l’assoluta mancanza di rispetto degli accordi sottoscritti nel mese di novembre 2019, allorché si è ufficialmente costituito il “Tavolo sulla trasparenza”. E, nonostante le garanzie e gli impegni siglati, si assiste ad una profonda discriminazione, in tema di occupati e assunti , nei 10 comuni della concessione rappresentati.
Non riteniamo tollerabile, - continuano - che, a distanza di otto mesi, la situazione occupazionale sia andata in una direzione opposta agli impegni e agli accordi sottoscritti, segnando ancora più profondamente il solco della discriminazione, fra i comuni della concessione e l’intero territorio regionale, addirittura rispetto al tempo precedente alla sottoscrizione del Protocollo.
Si ricorda quanto sottoscritto:
Asse 5. “Occupazione, Valorizzazione e Salvaguardia delle risorse umane”
Lettera b) Total si impegna a favorire il ricollocamento prioritario, tenuto conto delle competenze professionali acquisite, e compatibilmente con la normativa applicabile, dei lavoratori, già in forza nella fase della costruzione presso le Aziende operanti ed in quelle di prossima contrattualizzazione, a partire dai Comuni di Corleto Perticara, Guardia Perticara e Gorgoglione e comunque salvaguardando l’equilibrato rapporto occupazionale con gli altri dieci comuni della concessione. Per la nuova occupazione sarà salvaguardato l’equilibrato rapporto occupazionale tra tutti i comuni della concessione e dell’intero territorio regionale;”

Ovviamente nulla risulta rispettato.
La situazione evidenziata restituisce, secondo i 10 sindaci di Accettura, Aliano, Anzi, Armento, Castelmezzano, Cirigliano, Laurenzana, Missanello, Pietrapertosa e Stigliano, due verità: l’inutilità del “Tavolo sulla trasparenza” per responsabilità esclusive di Total, incapace o disinteressata a mantenere fede ai propri impegni e la necessità di intraprendere altre azioni a difesa di ambiente, salute e occupazione.

l Volo dell'Angelo chiude in anticipo la sua stagione e dà appuntamento al 2021

Decisione presa con senso di responsabilità e per la salvaguardia di tutti.

Chi ha già comprato il biglietto avrà diritto a usufruire della promozione "un volo in più".
Il Volo dell'Angelo chiude in anticipo la sua stagione (la quattordicesima, la cui data era fissata per l’8 novembre 2020) e dà appuntamento alla primavera 2021, nonostante il numero ancora alto di prenotazioni. Per senso di responsabilità, in un quadro di contagi da Covid in sensibile aumento a livello regionale oltre che notevole a livello nazionale, si è scelto di anticipare la data di chiusura degli impianti a partire dal prossimo fine settimana (24-25 ottobre). 

La decisione è stata presa in maniera condivisa dai sindaci di Castelmezzano e di Pietrapertosa, Nicola Valluzzi e Maria Cavuoti, che hanno emesso una nuova ordinanza comunale, insieme al presidente del Consorzio Volo dell'Angelo, Donatello Caivano.

 «Il nostro attrattore si è confermato anche quest'anno il Re dell'estate lucana e ha ancora un numero alto di prenotazioni per gli ultimi fine settimana prima della chiusura», ha commentato Nicola Valluzzi. «Questo porterebbe un ingente afflusso di visitatori nei borghi di Castelmezzano e di Pietrapertosa determinando così un aumento del rischio di diffusione del Coronavirus e vanificando le misure di protezione adottate e i risultati sin qui ottenuti. Ci scusiamo con quanti avevano già deciso di volare tra le nostre Dolomiti Lucane ma di fronte a un momento di emergenza globale come quello che stiamo vivendo, è chiaro che deve prevalere il massimo senso di rigore e responsabilità verso la sicurezza e la salute di tutti. Dobbiamo preservare il nostro futuro anche tenendo conto del nostro presente fatto di una popolazione di anziani».

Un'iniziativa di prudenza, un'azione cautelativa in cui prevale l'interesse comunitario, come ribadisce Maria Cavuoti. «Non sarebbe davvero giusto creare occasioni di potenziale trasmissione del virus e creare situazioni di possibile pericolo per i nostri cittadini e turisti ed esporre a rischi i molti lavoratori stagionali».

 Coloro, e sono numerosi, che hanno già prenotato e acquistato il biglietto per "spiccare il volo" nelle ultime giornate di apertura della stagione 2020, potranno usufruire della promozione "un volo in più". Per ciascun ticket comprato (esclusi i voucher) e valido nelle ultime giornate di apertura tra fine ottobre e inizi novembre, si avrà diritto a portare con sé un amico che potrà volare gratuitamente per tutto il periodo di apertura degli impianti nel 2021, dal 1 Maggio fino al 7 Novembre.

 «Sono migliaia i visitatori che hanno scelto il nostro territorio per le loro vacanze rendendo questa stagione quella dei record, al di là di qualsiasi più rosea aspettativa», sottolinea Donatello Caivano. «Numeri sorprendenti - che saranno resi disponibili nei prossimi giorni - per presenze, incassi, successo delle strutture ricettive e ristorative. Il turismo di prossimità e dei borghi ha espresso tutta la sua forza e potenzialità, oltre che una capacità di resilienza, ma bisogna continuare a viaggiare e "volare" responsabilmente»

Info sulle date della quindicesima stagione 2021 e modalità di rimborso sul sito www.volodellangelo.com.

Il Volo dell’Angelo: prenotazioni a numero chiuso e app immuni sempre attiva

Il Volo dell’Angelo: prenotazioni a numero chiuso e app immuni sempre attiva 

“Il Volo dell’Angelo ha interpretato al meglio l’emergenza covid ed ha saputo organizzare la meglio l’erogazione dei servizi e la fruizione in totale sicurezza. La prova sono i numeri che hanno visto un notevole incremento rispetto alla stagione 2019” è quanto fanno sapere i sindaci di Castelmezzano e Pietrapertosa Nicola Valluzzi e Maria Cavuoti in una nota inviata alla stampa.

“Una Stagione di grande successo che sarà riorganizzata, nella sua fase autunnale, per consentire la fruizione in totale sicurezza” ha aggiunto dil direttore dell’attrattore Donatello Caivano  “Abbiamo avuto una straordinaria richiesta ma non ci siamo fatti prendere dalla voglia di tagliare traguardi storici e abbiamo deciso di mettere responsabilmente al primo posto la battaglia al Covid e la sicurezza delle persone”

Leggi tutto

RIAPPROPRIARSI DELL'ARIA PULITA, DEL VERDE DEI BOSCHI E DEL BLU DEL CIELO

Riparte il turismo tra le Dolomiti Lucane, montagne magiche tutte da vivere immersi nella natura, 

pronti a fare il pieno di adrenalina ed emozioni tra le tante esperienze outdoor. 

Al via, l'11 luglio, una nuova stagione del Volo dell'Angelo, in totale purezza.

"Il pittoresco è ciò che acquista la sua bellezza in tempi e modi che il suo creatore non aveva previsto. Una bellezza casuale, insomma". Tornano in mente le parole dello scrittore e saggista turco Orhan Pamuk mentre si gira tra i paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa, due tra i borghi più belli di Italia. Qui la casualità della bellezza è stata fermata da sapienti amministrazioni comunali (e un consorzio) che hanno saputo preservare il territorio e incentivare il turismo. E lo stanno facendo ancora di più quest'anno. 

Intorno, le Dolomiti Lucane. Una parete di guglie e picchi, rocce erose dagli agenti atmosferici, vette altezzose dalle forme più fantasiose (l’Aquila Reale, l’Incudine, la Grande Madre, la Civetta) e il verde del Parco di Gallipoli Cognato, "polmone di benessere" della Regione. Dopo tanti mesi chiusi in casa, il piacere di un week end fuori porta, di una vacanza a contatto con la natura, in luoghi dove le parole d'ordine sono ospitalità, autenticità, avventure outdoor. E ancora aria, luce, purezza. 

In questa scenografia naturale e spettacolare riapre il Volo dell'Angelo, per la sua nuova entusiasmante stagione (la quattordicesima).

Dall'11 luglio si torna a volare e poi tutti i giorni tranne il mercoledì, mentre ad agosto senza interruzioni e poi seguendo il calendario su www.volodellangelo.com.

Prenotazioni contingentate nelle diverse fasce orarie per garantire le giuste distanze, costante sanificazione delle attrezzature e dell'imbrago, misurazione della temperatura prima dell'arrivo sugli impianti, dispositivi di protezione per tutti. 

Per il resto, niente è sottratto all'emozione di sentirsi "angeli senza ali" e di spaziare con lo sguardo a 360 gradi sui paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa e sulle cime rocciose.

«Siamo pronti a far rivivere questa esperienza per noi consolidata ma sempre nuova e che quest'anno assume anche il valore della rinascita», raccontano Nicola Valluzzi, sindaco di Castelmezzano e Maria Cavuoti, sindaco di Pietrapertosa. «I nostri borghi, insieme ai boschi del parco di Gallipoli Cognato, garantiscono, inoltre, ampi e solitari spazi per piacevoli passeggiate, lunghe pedalate sempre alla giusta distanza e a ritmi slow».

Pasqua 2020

È trascorso poco più di un mese da quando la nostra vita è improvvisamente cambiata. Sono mutate le nostre giornate, venute meno le certezze acquisite e soprattutto è cambiato l’ordine di priorità delle nostre vite. Meno spazio alle cose futili e inconsistenti ( avarizie, ripicche, rancori e odi ...) e più tempo da dedicare a noi stessi e agli altri, agli affetti che contano veramente, alla certezza di come non tutto giri intorno alle nostre ambizioni. In una efficace sintesi musicale, abbiamo scoperto che  “ Gli altri siamo Noi “.

Alla fine di questa imprevista epidemia, troveremo un mondo diverso da quello che abbiamo lasciato ad inizio Marzo. A partire,  da una difficile situazione economica che ci accompagnerà per molto tempo. Inevitabilmente,  anche la nostra comunità si troverà ad affrontare una sfida imprevista, dovremo ricostruire con fatica ciò che ritenevamo acquisito, a partire dalle migliaia di visitatori che negli ultimi anni affollavano le nostre strade, i nostri locali e le strutture ricettive. Ma sarebbe sciocco fasciarsi la testa pensando al dopo, prima ancora di aver vinto la sfida più importante: tenere distante da noi, dalla nostra comunità il mostro invisibile. Partendo dai comportamenti da tenere proprio in queste giornate di festa. Si può essere vicini restando lontani. Questa Pasqua, per certi versi surreale, ci impone di continuare a rispettare i nostri cari ad amare il paese in cui si è nati e cresciuti osservando le regole che ci sono state impartite. A tutti i Castelmezzanesi sparsi in Basilicata, in Italia e nel mondo, che hanno i propri genitori, i fratelli, zii e nipoti al paese, evitate di fare visite preordinate o sorprese dell’ultimo minuto, comprendo la sofferenza e il dispiacere di stare lontano in un giorno di festa. Ma stavolta deve andare così! Una telefonata in più, una attenzione aggiuntiva aiuta,  poi, a non avere scrupoli e a far passare velocemente anche questi giorni. Da oggi saranno rafforzati i controlli delle forze dell’ordine e dei nostri instancabili “volontari”, che avranno l’obbligo di comunicare, tempestivamente a polizia locale e carabinieri, l’arrivo di chiunque venga da fuori comune e sia domiciliato altrove. È difficile, lo so bene, ma dobbiamo proteggere non solo i nostri cari e la loro fragile condizione di persone anziane o malate, ma il presente ed il futuro del nostro paese. Comprenderete bene cosa voglio esprimere senza specificare ulterioriormente il concetto...

Santa Teresa D’Avila diceva : “ nulla o quasi dipende da me, ma penso e agisco come se tutto dipendesse da me”.
Buona Pasqua a tutti e in particolare ai Castelmezzanesi, ovunque si trovino.

IL SINDACO

Amministratore di voli...

di terre e di strade